22 aprile 2017

Come ti sdrammatizzo la camicetta in seta e pizzo

La seta, un tessuto pregiato, impalpabile, da sempre sinonimo di eleganza. E' piacevole da indossare per la sua morbidezza...che definirei quasi fluidità.
Mi piace e mi affascina.... mi colpisce per i colori luminosi, pieni, vibranti. In passato ne ho avuto quasi soggezione, un po' per la paura di sciuparla, un po' per i prezzi importanti che spesso e volentieri la caratterizzano. Il risultato è stato che le uniche cose in seta che avevo era qualche foulard (che allora non mettevo nemmeno).
Ho iniziato ad indossarla da quando cucio o, meglio, da quando ho imparato a cucirla. Si, perchè il suo carattere un po' snob si manifesta anche lavorandola. Richiede attenzione e perizia perchè scivola e, muovendosi, rende difficoltosa la lavorazione. Ma, una volta domata, mi da sempre grandi soddisfazioni, come nel lavoro di oggi.

Si tratta di una blusa in seta blu notte con maniche in pizzo.
Che idea!!! direte...ma va...è che la seta non era sufficiente anche per le maniche (e io, ovviamente, le maniche le volevo) e l'escamotage che ho trovato è stato abbinare del pizzo tono su tono.


E' chiusa dietro al collo con un bottoncino, nella foto qui sotto vedete il cappietto che ho fatto.
 

Mi piace indossarla con i jeans e accostare la ricercatezza dell'abbinata seta-pizzo alla quotidianità del jeans...

 ...per non prendersi troppo sul serio.

Ciaooooo,
Sara



3 aprile 2017

Cucire e fotografare, non si finisce mai di sperimentare

Capita anche a voi? Avere in mente da giorni di fare un esperimento e di non essere tranquille finché non vi cimentate.
A me si, spesso, e il bello è che il chiodo fisso non se ne va se non realizzo ciò che mi sono prefissata. Non importa se l'esperimento condurrà ad un risultato degno di nota che passerà ai posteri o se rimarrà confinato in 4 mura. Non è questo il punto. Il punto è il bisogno insopprimibile di sperimentare, di provare se ciò che mi sono immaginata è realizzabile, di vedere cosa ne esce e, infine, di capire se l'idea è stata buona, di identificare eventuali miglioramenti (per essere onesta, capita molto spesso...) o di cestinare in toto la pensata.
Ecco, oggi è il giorno dell'esperimento. Benvenuti.


Con il post di oggi vi presento due lavori: una borsetta a mano e una camicia in seta...e ve li presento di persona...con le foto che (ed ecco qui l'esperimento!!) mi sono scattata in un set fotografico che ho realizzato in un pomeriggio di sacro fuoco creativo. Tutto migliorabile eh, ma vi assicuro che il tutto ha richiesto un gran lavoro. Ho scattato con diversi nuovi capi e queste sono le prime foto che ho avuto il coraggio di postare :-)




La borsetta è in misto seta e trapuntata da me e sfoggia un interno in contrasto che riprende la tonalità della trapuntatura.

Ho realizzato il ricamo a mano con un filato particolare, il ritorto fiorentino (probabilmente chi di voi ricama lo conosce), che è caratterizzato da colori molto intensi e luminosi. A me piace molto e l'ho utilizzato spesso in passato quando ricamavo a mano, appunto.


La camicetta è in seta, ha maniche 3/4 ed è caratterizzata da un colletto che finisce in due nastri che si allacciano sul davanti. Possono essere annodati a fiocco oppure lasciati lunghi come me nella foto. 

Considerando che ho fatto la stilista, la modella e la fotografa di me stessa, mi ritengo soddisfatta.

Mi sono fatta comunque un'idea di cosa c'è da migliorare: alcune cose sono fattibili mentre altre, purtroppo, esulano dalle mie forze e rimarranno nei desiderata. Siccome, però, ogni scarrafone è bello a mamma soja....vi prego di farvi avanti con i suggerimenti...
Mi piacerebbe capire la vostra opinione per rendere Spilli e pennelli sempre più interessante e stimolante. Vi piace questo nuovo modo di presentare capi e accessori?

Ciaooooo,
Sara

20 marzo 2017

Tre progetti per tre collane

Ciao care amiche, eccomi!
Sono emersa dai miei lavori giusto il tempo per un post e poi torno a rituffarmi tra cartamodelli, stoffe e fili. Sto lavorando a diversi progetti che assorbono molto tempo e i post vanno un po' a rilento.
Oggi vi mostro tre accessori, che spero possano essere utili spunti per quelle di voi che si cimentano con la manualità. Si tratta di tre collane, di cui una mi è servita per un refashion.

La prima: una cascata di roselline con un grande cuore in argentone.

Ho realizzato le roselline con la fustella Bigz Flowers 3D della Sizzix...per chi non ha mai utilizzato la colla a caldo, occhio alle dita!! sembra innocua ma, se cola, la scottatura è assicurata.



La seconda: una collana corta con decoro in pelle e catena dorata. Le varianti sono due: una in pelle rossa e blu, una in pelle cognac e arancio. Anche per queste collane, ho utilizzato una fustella della Sizzix, si tratta in particolare della Bigz Botanical element. 




La terza: sono partita da una collana per realizzare un paio di orecchini. Un refashion in piena regola!
Frugando tra le mie collane, mi sono accorta che questa non la utilizzavo da un po' di tempo ma mi piacevano molto i colori e il materiale. E' in avorio vegetale, un materiale ricavato dai semi di una palma.

Mi sono servita di un paio di attrezzi e di poca minuteria per bigiotteria...


...e il gioco è stato presto fatto. Ecco i miei nuovi orecchini, del colore del mare.

Buon lavoro!!

Ciaooooo,
Sara


5 marzo 2017

Una borsa con i colori della primavera

Ciao a tutti!
Oggi condivido con voi una borsa, un piccolo omaggio alla primavera che è alle porte.
Nella scelta dei tessuti, sono infatti stata ispirata dai suoi colori: il verde e il viola, con un tocco di marrone.


E' una borsa morbida e confortevole, grande a sufficienza per portare con sé tutto il necessario...e anche di più.

La decorazione è composta da una nappina in pelle e da un fiore in tessuto e pelle. Per fare il pistillo del fiore, ho utilizzato una perla in pietra naturale.

L'interno ha due comode tasche.
 
Pinterest

Ciaoooo,
Sara

16 febbraio 2017

Carnevale 2017...ecco la mia Esmeralda!

Il carnevale è alle porte e non manca molto per  dare il via agli scherzi, ai travestimenti e alle piogge di coriandoli! Ne approfitto quindi per presentarvi la coloratissima Esmeralda, nata a dalla collaborazione con la mia amica Laura di POPidea...


La camicetta è in puro cotone...

...e poi ci sono la fascia a bustino e il foulard in vita con le monete...
  

...una luuuuunga gonna che quando giri si allarga e la fascia da mettere sui capelli alla corsara.

Il sorriso di Martina non ha prezzo!

Ciaoooooo,
Sara

10 febbraio 2017

A metà strada tra un refashion/riuso e una new entry

Ciao a tutti, bentrovati!
Eccomi di nuovo sui vostri schermi con un nuovo lavoro...fresco fresco, appena finito nel vero senso della parola. E' un capo a metà strada tra un refashion/riuso e una new entry in quanto combina due tessuti di cui mi sono innamorata.


Il primo, quello nero è un velluto in misto seta, molto morbido e fluente, lucente e riccamente ricamato.


Il secondo, quello bianco e nero, è una seta...e...tadaaaa ecco qui il refashion/riuso!!
Nella vita precedente, questa seta era un simpatico top, comprato da mia mamma nel secolo scorso in un qualche negozio in Spagna. Neanche a dirlo, era diventato piccolo...o, meglio, lui è rimasto uguale, è la padrona che ha cambiato le proporzioni (notare la perifrasi...) impedendo così al top di continuare ad essere decorosamente indossato. Però la fantasia a micro fiorellini mi è sempre piaciuta e, quindi, ho deciso di conservarlo aspettando tempi migliori....

...che sono arrivati quando me ne sono fatta una ragione e ho accettato l'idea che non avrei più potuto utilizzarlo intero. L'ho quindi utilizzato a pezzi, lo sfondo nero ben si abbinava al velluto di cui sopra...
L'ho tagliato a strisce, ricavando dello sbieco, che ho utilizzato per rifinire tutti gli orli tranne, ovviamente, la parte ricamata.



Delle spalline del top, che erano già bell'e che pronte, ne ho fatti i laccetti per chiuderlo sul lato. 

Più refashion/riuso o più new entry? mah...credo che mi terrò il dubbio :-)

Ciaooooo,
Sara

25 gennaio 2017

Due caldi cardigan

Il cardigan, si sa, è un capo versatile e comodo: si usa al posto della giacca nella mezza stagione e d’inverno si mette sotto il cappotto, si indossa con i pantaloni e sta bene con gli abiti, è bello small ed è confortevole over. E' un capo che mi piace e che indosso sempre con piacere. Ovviamente le fogge, i colori e i materiali si sprecano, ce n'è per tutti i gusti e per tutte le tasche.
A questi, si aggiungono quelli che ho realizzato e che oggi condivido con voi: entrambi in lana ma con due caratteri ben diversi.

Il primo è quasi una giacca...

...ma è molto più morbido e perfettamente rifinito (a mano) all'interno con un velluto in nuance.


E' piuttosto austero e lo addolcisco foulard o spille.

Il secondo è decisamente più morbidoso...anche grazie alla lana mohair di cui è composto. Ah, a proposto, la lana di questo cardigan è stata realizzata dalla tessitura Niefil di Oggiona con Santo Stefano (Va) che lavora con filati di prima qualità e ha un'ampia scelta di colori e fantasie.


E' lungo, adatto per essere indossato con un abito oppure, più sportivo, con un paio di jeans.

Comunque si voglia indossarli, l'importante è che siano caldi caldi e comodi comodi, no?

Ciaoooo,
Sara 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...