Post

...e il bebè come lo vesto?

Immagine
Ecco un paio di proposte per un bebè comodo, casual ma stiloso.

Completo bermuda in puro cotone con elastico in vita e polo con il taschino realizzato con la medesima stoffa del pantaloncino...




...e completo, sempre con bermuda in puro cotone, ma questa volta con maglietta a mezze maniche con un richiamo coordinato.

Il mio nipotino ne va matto!!! ...amore della zia...
Ciaoooo, Sara

Il bianco, un classico per il mare per lui e per lei

Immagine
Ciao, bentrovati!! Ti distrai un attimo ed è già agosto... e dall'outfit del matrimonio di maggio del post precedente, si salta direttamente in spiaggia senza bisogno del teletrasporto. Quest'anno è l'anno dei record: mi sono vestita solamente con miei modelli: una bella soddisfazione personale e molta praticità. Insomma, il mio stile cucito addosso.  Oggi ve ne propongo due  uno per lei e uno per lui.  Iniziamo da quello più complesso: la camicia in lino per lui con collo alla coreana.
Ormai lo sapete, lavoro solo tessuti di qualità e per la camicia ho scelto un lino di un candido bianco ottico della Bellora, molto bello sia da lavorare che da indossare.

Per lei, ecco un abito in jersey di seta con gli stilemi di Versace rivisti da Julie Verhoeven, una illustratrice e designer inglese. Ve ne avevo già parlato nel post Un abito come un dipinto da indossare ma, diciamolo, vederlo indossato e contestualizzato viene valorizzato e ne guadagna in personalità. Certo, con una mo…

Cosa mi metto per un matrimonio a maggio? ecco la mia proposta

Immagine
E' inutile. Quando ci invitano ai matrimoni, dopo la gioia iniziale di sapere che ci aspetta una giornata di festa, arriva la fatidica domanda...cosa mi metto? Bella domanda.
C'è chi corre al negozio a comprare tutto nuovo (comprese le scarpe, con la pia illusione che quel giorno non facciano male), c'è chi pensa di rinfrescare un abito già indossato per una medesima occasione (anche Kate lo fa, quindi tranquilli, che è cool), c'è chi si fa prestare varie ed eventuali da amiche e parenti (quell'abito che indossava mia cugina al matrimonio della sua migliore amica...chissà se mi va bene, al massimo mi impegno e perdo quei chiletti per entrarci, era troppo bello.... ah la speranza è proprio  l'ultima a morire) e c'è chi non fa sconti al proprio stile e decide di regalarsi un outfit personale e originalissimo.

Se poi hai anche un'amica a cui piacciono le sfide e che, oltre a saperne di modellistica, sa anche cucire, il gioco è fatto. L'outfit originale…

Il giubbino per l'uomo in vacanza

Immagine
...se con gli abiti da donna mi arrangio con sperimentazioni e manichino, con quelli da uomo ho proprio bisogno dell'indossatore... e quell'indossatore per cui ho cucito. E non è davvero cosa semplice: devo trovare il momento giusto, l'umore giusto, il posto giusto...e allora ho imparato a fargli le foto in vacanza, dove siamo tutti più rilassati.
La location del post di oggi è Genova, che è stata la meta di una bella giornata all'aria aperta, che si è chiusa con un piatto di ottime seppe in zimino e con un bel vermentino fresco. All'imbrunire abbiamo fatto una passeggiata in riva al mare e...zac via di reflex.

Si tratta di un giubbino tipo motociclista in tessuto tecnico. Ho utilizzato due tipologie di neoprene per sottolineare la forma delle maniche, che sul davanti sono raglan e dietro sono a martello.



La zip davanti...

...e l'insieme.

Ciaooooo,
Sara

Spilli e pennelli refashioned

Immagine
Care amiche ben trovate!
Ormai mi conoscete, quando tardo con la pubblicazione di nuovi post è perchè sto realizzando nuovi lavori che poi condividerò con voi. Lo sapete, ogni cosa, dalla più semplice alla più elaborata, richiede impegno e lavoro...che svolgo con piacere, ma anche tempo, che viene sottratto ad altro. Purtroppo (o per fortuna) non hanno ancora inventato la giornata di 48 ore...

Nel frattempo, però, sono riuscita a rivedere la veste grafica del blog. E' un po' che ci pensavo...vi piace?

In questi giorni ho fatto diverse prove e magari qualcuna di voi ha anche intercettato online qualche versione intermedia...una delle tante che ho fatto perchè nessuna mi soddisfaceva.



Dovete infatti sapere che blogger permette un preview di alcune funzionalità ma non di tutte. Cioè, fa vedere in anteprima come verrà il blog solo parzialmente ed è necessario andare online per vedere il risultato completo. Insomma...un gran lavoro per approntare la versione che vedete ora e c'…

Come ti sdrammatizzo la camicetta in seta e pizzo

Immagine
La seta, un tessuto pregiato, impalpabile, da sempre sinonimo di eleganza. E' piacevole da indossare per la sua morbidezza...che definirei quasi fluidità.
Mi piace e mi affascina.... mi colpisce per i colori luminosi, pieni, vibranti. In passato ne ho avuto quasi soggezione, un po' per la paura di sciuparla, un po' per i prezzi importanti che spesso e volentieri la caratterizzano. Il risultato è stato che le uniche cose in seta che avevo era qualche foulard (che allora non mettevo nemmeno).
Ho iniziato ad indossarla da quando cucio o, meglio, da quando ho imparato a cucirla. Si, perchè il suo carattere un po' snob si manifesta anche lavorandola. Richiede attenzione e perizia perchè scivola e, muovendosi, rende difficoltosa la lavorazione. Ma, una volta domata, mi da sempre grandi soddisfazioni, come nel lavoro di oggi.

Si tratta di una blusa in seta blu notte con maniche in pizzo.
Che idea!!! direte...ma va...è che la seta non era sufficiente anche per le maniche (e io…