21 agosto 2016

Inizia la scuola dell'infanzia! Ecco lo zainetto

L’inserimento alla scuola dell’infanzia rappresenta un passaggio importante per ogni bimbo e quest'anno anche Ludovica, la dolcissima bimba di una coppia di miei cugini, si troverà ad affrontarlo. Con piacere, sono stata coinvolta nella preparazione del corredino che la bimba porterà all'asilo. 

(Vedi anche - qui - i grembiuli per Simone e - qui - il nécessaire composto da sacca, porta tovagliolo e spugna per Arianna).

In particolare, la mamma mi ha affidato il compito di realizzare lo zainetto che servirà per portare da casa all'asilo -e vice versa- i vari cambi.
Nella mia testa, quindi, hanno iniziato a frullarmi idee di colori pastello, fiorellini, cuoricini e quant'altro pensavo adatto ad una bimba di tre anni...ma Ludovica è stata perentoria: le piacciono il viola e i leoni.
I leoni?!?!? e dove li prendo i leoni??!? ho pensato. Vabbè, li troverò, con un po' di fortuna... :-)

Navigando in cerca di ispirazioni, ne ho visto uno su Pinterest che faceva al caso mio...

La criniera è di lino, che ho scelto perché a trama grossa e vagamente tridimensionale, mentre il muso è un cotone rosa pallido.
I baffi e la bocca sono ricamati a punt'erba con cotone da ricamo, mentre gli occhi e il naso sono in ecopelle nera.


Per l'interno, che ha due tasche, ho giocato con la tinta unita del cotone rosa e le righe di un cotone americano.  

Gli spallacci sono regolabili.


Lo zainetto è corredato da un porta fazzoletti coordinato perché lo stile si coltiva fin da piccoli....
Ma pensandoci bene...in fin dei conti... non è un bel gioco anche per gli adulti?

Ciaooooo,
Sara

7 agosto 2016

Refashion della borsa da spiaggia

Alzi la mano chi è passato indenne dall'offerta allettante di avere in regalo un comodo gadget da portare con sé in spiaggia a fronte dell'acquisto di uno o più prodotti da mare??! Beh, io non me ne sono accaparrato uno ma ben due...praticamente un colpo grosso!
Si trattava di due comode borse in tessuto plastificato (o plastica tessutificata, non so...) di una nota marca di prodotti per la persona.
Si, ma.....eh, perchè c'è un ma...erano così tristi, ma tristi...  non ce la potevo proprio fare ad utilizzarle.
Quindi? Come renderle carine e portabili?
Il dado era stato tratto.



Ecco come si presentavano. All'esterno...vabbè, tolta l'etichetta, potevano anche andare...

...ma dentro...la desolazione.



Quindi, a ciascuna borsa, ho abbinato delle stoffe frugando quà e là nei miei cassetti...

...e, con le misure prese sull'esterno della borsa, ho creato la fodera.

Ho quindi tagliato via il bordo che rifiniva la borsa perchè, nel mio progetto, sarebbe stato sostituito dalla fodera che, sbordando, sarebbe andata a rifinire l'orlo dando anche un tocco di colore all'esterno.

Quindi, vai di macchina da cucire... ed ecco il il risultato:


Con un pezzetto della stoffa che ho utilizzato per la fodera, ho realizzato un rettangolo che ho annodato a mò di fiocco ad un manico.

Ecco, ora si che mi vanno a genio!


Che dite? Con il lavoro che ci è voluto, non facevo prima a comprane di nuove?
Probabilmente si...ma sarebbe stato troppo ovvio e poi....vuoi mettere la soddisfazione?? 

Ciaooooo,
Sara

21 luglio 2016

Anche l'uomo vuole la sua parte...ecco la camicia in lino per lui

Durante la bella stagione chi può scappa al mare o ai monti. Purtroppo noi non abbiamo molti week end liberi a causa del lavoro di mio marito ma, appena possibile, saltiamo in macchina con destinazioni più o meno vicine e rigorosamente muniti delle nostre reflex...
Quindi, complice una domenica a zonzo in montagna, sono riuscita a rubare tre foto di mio marito con indosso la camicia che gli ho cucito.  

Ho utilizzato un lino molto leggero e fresco che comprai almeno un paio di anni fa ad una vendita eccezionale di Zegna, di quelle che fanno una volta ogni tantissimo e che devi cogliere al volo.
C'era molta gente ma vi assicuro che, tra una sgomitata, un sorriso e un commento, l'occhio è stato vigile e in grado di analizzare in nanosecondi le varie montagne di pezze ordinatamente piegate sul tavolo e di scovare quelle più belle -a mio giudizio ovviamente-. Poi è stato il turno della mano, non riesco a comprare stoffe senza toccarle e, infine, quello del portafoglio.
Ma ero felice, ho realizzato un bottino di tutto rispetto. La camicia ha un suo perchè e la stoffa la rende particolare.
 

Dalla foto sopra non si vedono i polsini, che sono classici con il loro bel fessino, eccoli:


L'abbottonatura, come da richiesta del mister, è tipo polo con il collo alla coreana.

Ok shooting finito... da questa foto ho capito che il modello aveva deciso che gli scatti erano abbastanza... :-)

Ciaooooo,
Sara

11 luglio 2016

Abito & Soprabito

Vista la mia passione per il cucito mia suocera mi ha regalato, qualche tempo fa, due tagli di seta coordinati: il primo è uno chiffon bianco naturale con applicazioni di fiori dipinti a mano e l'altro è una seta color corallo che riprende il colore dei fiori.

Che fare? Ci ho pensato un po'...un bel po'. Le applicazioni vincolavano molto la scelta del capo. Sono infatti piuttosto grandi e non potevano certo essere tagliate, avrebbero perso la loro bellezza e particolarità. Alla fine ecco cosa ho deciso:




Il taglio del soprabito ha richiesto grande attenzione, un po' per i motivi di cui sopra, un po' perché lo chiffon è davvero pestifero...svolazza, si muove, sembra che viva di vita propria!


Il soprabito è cucito alla francese, non ha cioè cuciture fatte con tagliacuci ma è tutto perfettamente rifinito anche all'interno. Lo sapete quanto sono fissata, soprattutto con le stoffe trasparenti. L'abito, anch'esso perfettamente rifinito, è un trapezio senza maniche, molto fresco.

Ora manca solo un po' di abbronzatura...

Ciaooooo,
Sara

30 giugno 2016

Una stoffa per due lavori... e tre capi

Doppio, anzi triplo lavoro oggi...per due persone: per me e per mia mamma. Filo conduttore è una stoffa che ad entrambe è piaciuta molto, anche se in colori diversi. Si tratta di un cotone stampato arricchito da un filo di lurex argento che gli dà lucentezza. La stampa è la medesima, una sorta di quadrato, ma colore predominante è differente: blu per me e verde per mia mamma. Sicuramente molto estivo e particolare.


Per me ho cucito la gonna, per mia mamma il tubino. Il tubino è classico, leggermente svasato sul fondo.

La gonna invece ha tre grandi pieghe davanti e ha l'elastico su tutto il resto della vita. 
Work in progress
Come vedete dalle foto qui sotto, la gonna rimane a vita alta grazie alla stoffa che spunta al di sopra dell'elastico e si arriccia...come se fosse una carta di caramelle.

...e il terzo capo?!?
Eccolo, mon amie: è la camicetta. In puro cotone anch'essa, rosa come parte della gonna, con le maniche corte e un bottone diverso dall'altro.

L'avevo stirata bene, lo giuro.... ma ho avuto la brillante idea di fotografarla dopo lo shooting...e qualche piega si vede... Vabbè, dai, così si capisce che vivo veramente i capi che cucio e che non sono stati cuciti solo per il manichino...

...anche se la posa sembra quella...

Ciaooooo,
Sara

22 giugno 2016

Borsa Summer

Borsa Summer, parafrasando una grande della canzone, il post di oggi ci catapulta nell'estate. Considerando il fatto che siamo quasi a fine giugno, direi che era ora!
Il caldo sembra arrivato e il sole, che da qualche giorno splende sulle nostre teste, mi ha ispirato il lavoro di oggi. 
Si tratta di una grande borsa morbida in cotone a righe con inserto in jeans e pizzo, che si presta ad essere portata sia al mare che in città.


Ho decorato l'inserto in jeans, ricamando il simbolo dell'estate, l'ombrellone, con il piedino free motion e applicato la scritta Summer che è composta da lettere in ecopelle.

La borsa è corredata dalla sua pochette coordinata..

...ed è foderata e dotata di un comoda tasca doppia.

Ecco i materiali: tutti naturali.

La borsa misura 50cm di lunghezza x 40cm di altezza, 12cm di profondità.
La pochette misura 23cm di lunghezza x 14cm di altezza.

Ciaoooo,
Sara

14 giugno 2016

Turchese, giallo e bianco per il mio abito estivo ispirato al Mediterraneo

Si, si ci sono ancora...tra un punto e l'altro, ci sono!
Pronti per un nuovo lavoro? Oggi sono stata ispirata dai colori estivi per eccellenza: turchese, giallo e bianco...in una combinazione che ricorda le maioliche siciliane dipinte a mano. Quelle che fanno tanto Mediterraneo, i cui colori danzano nella luce accecante delle giornate estive e nella calura che profuma di limone e rosmarino...
Ho voglia di andare al mare, non so se si capisce... :-)

Dicevamo, le maioliche...proprio il disegno è quello che mi ha colpito di questa seta perchè sembra davvero dipinta a mano.
Subito ho pensato di cucirmi una gonna ma alla fine ho optato per un abito, "lungo quanto viene" (è un metodo poco scientifico ma funziona...) per non alterare l'effetto che tanto mi è piaciuto. Il davanti e il dietro hanno il medesimo disegno. 

Lo scollo si apre a V...

...ed è decorato con un cordoncino a cui ho attaccato due nappine, realizzate ad hoc.


Dopo questo tuffo nei colori dell'estate e questo viaggio nell'italianità che il mondo ci invidia, non sentite anche voi nell'aria il profumo di limone e di gelsomino?




Ciaooooo,
Sara