Post

La moda secondo me: l'impermeabile D&G rivisitato

Immagine
Buongiorno cari amici, bentrovati.  Spero che qualche mio lettore si chiedesse che fine avessi fatto, è passato già un mese (!!) dall'ultimo post. Non sono stata con le mani in mano, tranquilli ... diciamo che ho prodotto nuovi capi e accessori che vi mostrerò nel corso dei prossimi post :-)
Ma ora sono qui per condividere con voi un altro lavoro: si tratta di una nuova rivisitazione. Ho cioè lavorato un tessuto che è stato pensato e utilizzato da stilisti famosi (in questo caso Dolce e Gabbana), dandogli una mia personale interpretazione. Se siete curiosi o se ve la siete persa, qui trovate la prima rivisitazione...ma ce ne saranno altre ... quindi stay tuned!

E' difficile che a Varese fioriscano le zagare, magari fuori stagione ... ma nella moda tutto può accadere ed è bello lasciarsi trasportare dalle sensazioni che che suscita. Zagare su uno sfondo nero. Il bianco, il verde, pennellate di marrone e punti di giallo e arancione. Quando ho visto questa stoffa sono rimasta fo…

La camicia di ispirazione orientale in taffetà di seta

Immagine
E' di ispirazione orientale la camicia in taffetà di seta che vi presento oggi. Il modello riprende le camicie tradizionali cinesi, con il classico taglio che dal centro del collo si dirige diagonalmente verso il sottomanica e si abbottona con gli alamari.
Il materiale è prezioso, il taffetà è una delle più belle sete. Ha struttura quasi rigida, di aspetto lucido e luminoso, è leggerissimo e brillante e dona a questo capo un'eleganza sobria e raffinata.
I profili sono anch'essi in pura seta, ma di tipologia diversa. In questo modo ho potuto giocare con la diversa lucentezza dei tessuti. Nella foto qui sopra, la preparazione del colletto e, sullo sfondo, lo sbieco di seta pronto per essere cucito.
Bottoni ricoperti e alamari -che ho realizzato ad hoc- completano il capo.
 Lo ammetto, è stato un gran lavoro che mi ha richiesto impegno e perizia ma...ne è valsa la pena. E' uno dei miei capi preferiti.

Ciaoooooo, Sara

Come ti trasformo un paio di pantaloni rovinati

Immagine
Ciao a tutti, quest'oggi vi mostro come ho riutilizzato dei pantaloni estivi da uomo che si sono rovinati....creando dei pantaloncini per una baby peste.
Ciaooooo,
Sara

Come nasce un abito - video

Immagine
Ciao, vi siete mai chiesti come nasce un abito? I passaggi sono molti e richiedono tempo, soprattutto per chi come me, nella stragrande maggioranza dei casi, disegna il modello da zero: c'è il disegno del modello, appunto, il posizionamento del modello sul tessuto, il taglio etc... Senza considerare tutto ciò che viene prima: le misure della persona, la scelta del modello, la scelta del tessuto, e ciò che avviene nel mentre: le prove, le modifiche, etc.


E' un processo a cui purtroppo non si è più abituati, un tempo di sogno di ciò che verrà, di attesa e curiosità e, infine, soddisfazione e gratificazione.
Un'esperienza in cui i desideri diventano realtà e l'abito assume un significato culturale che fa emergere le emozioni e i valori di chi lo indossa.
Forse più che nel passato, oggi scegliere l'artigianalità della sartoria è un'esperienza diversificante e autentica che, oltre a vestire il corpo, è in grado anche di vestire le emozioni.
Ho provato a sintetizzar…

Mise per un matrimonio sul lago

Immagine
Oggetto: matrimonio di amici Quando: a settembre Dove: sul lago Maggiore Dress code: indossare qualcosa di blu
Ecco la mia scelta: tubino in raso di seta color champagne senza spalline con stola blu e borsetta della medesima stoffa, impreziosita con un delizioso inserto di pizzo blu e oro. La borsetta si può portare a mano o, come nella foto, a tracolla, grazie ad una sottile catena dorata. Tutto SARtoriA di Sara :-)

Ciaooooo,
Sara

La moda secondo me, le mie rivisitazioni: D&G

Immagine
Oltre a chiavi stampate, fiori e animali del bosco, la collezione Autunno Inverno 2014-2015 di Dolce e Gabbana, ha visto sfilare stoffe preziose e luminosi macramè. Ed è proprio il macramè il tessuto che ho utilizzato per una mia personalissima rivisitazione.


Loro lo hanno utilizzato in vari modi, per bluse, giacche, gonne e soprabiti.
Io ho realizzato un abito, sfruttando la bellezza del tessuto. Per poterlo indossare più spesso, ho pensato di cucirgli due sottovesti in pura seta di colore diverso: rosa pallido per un look più romantico....

 e rosso carico per un'allure più decisa.


E qui la fatidica domanda.....Cosa mi metto??!?
In questo primo post semiserio...ne seguiranno altri, stay tuned!!!, non possono non ringraziare di cuore Margherita, la mia dolcissima e bravissima modella e tutti coloro che mi hanno supportato, aiutato, ospitato (lo studio associato BVAA) e hanno contribuito all'esperienza dello shooting...e soprattutto che si sono fidati di una mia idea un po' …

Come ti trasformo le gonne

Immagine
Ciaoooo, Sara